Corsi di preparazione al parto: un percorso di gravidanza consapevole

Soprattutto negli ultimi anni il tema della gravidanza, fortunatamente, sta uscendo da tutta una serie di luoghi comuni e retaggi culturali che impedivano alla donna di vivere pienamente e serenamente questa esperienza davvero unica.

In questa ottica una risposta alle necessità della donna ed un sostegno veramente a tutto tondo è offerto da un percorso pre-parto che si giova delle conoscenze di una disciplina millenaria e attenta alla persona in ogni suo aspetto come lo Yoga.

Ma, in realtà, in cosa consiste un Corso di Yoga pre-parto?

In estrema sintesi, i Corsi di “Yoga pre-parto” o di “Yoga di preparazione al parto”, comunque li si voglia chiamare, potrebbero essere definiti come un sistema per affrontare in maniera ottimale i mesi della gravidanza (oltre a fornire indicazioni mirate per l’immediato post-parto). Grazie ad insegnamenti provenienti direttamente dalla disciplina dello Yoga (come ogni attività del nostro Centro noi ci rifacciamo soprattutto agli insegnamenti del Maestro indiano Yogi Bhajan) si segue un percorso integrato che aiuta la donna incinta a vivere serenamente e in maniera assolutamente naturale i cambiamenti fisici ed emotivi che la gravidanza porta con sé (serenità e consapevolezza che hanno un impatto assolutamente positivo e salutare sullo sviluppo e sulla salute del/della nascituro/a).

Tale percorso è incentrato sulla pratica e sull’esperienza di esercizi fisici specifici, volti a conoscere e fare propri degli strumenti utili ad alleviare in maniera naturale le tensioni che si manifestano con la crescita del feto che porta ad un cambiamento degli equilibri posturali della donna (tensioni a carico della colonna vertebrale, lombalgie e sciatalgie); tecniche di respirazione, utili alla donna come strumento per confrontarsi e gestire al meglio i propri stati Il Miracolo della Nascitad’animo (padronanza tecnica che si rivela poi fondamentale nel momento del travaglio per affrontare il dolore con la capacità di non creare ulteriori tensioni che non farebbero altro che esacerbare le sensazioni di sofferenza e paura); tecniche di meditazione per rilassare le tensioni più profonde (ai cambiamenti fisici se ne aggiungono altri relativi alla sfera emotiva e mentale) e stabilire con il corpo un rapporto di sana e serena consapevolezza; infine, momenti di approfondimento teorico-pratici, d’aiuto alla donna per affrontare e conoscere meglio ogni aspetto e tematica legata alla gravidanza (dall’alimentazione alla cura di sé, dalle tecniche di massaggio in cui è coinvolto anche il partner ad aspetti di anatomia e fisiologia ecc.)………a cui va aggiunta la fondamentale importanza del lavoro di gruppo: donne incinte che si confrontano con altre donne incinte, donne incinte che vivono la gravidanza non come momento o espressione di una tensione o esperienza esclusivamente personale ma come terreno di scambio esperienziale e sostegno reciproco.

Quale migliore soluzione per vivere ed alleviare lo stress psico-fisico-emotivo della gravidanza ed arrivare vivere questo periodo, e infine il momento del parto, con serenità e consapevolezza?

Ek Ong Kar

A chi si rivolge l’offerta dei Corsi di Yoga in gravidanza?

Un mito assolutamente da sfatare è quello che lo Yoga sia una disciplina adatta solamente ad acrobati e/o contorsionisti. Qualunque donna, con qualsiasi esperienza relativa allo Yoga o anche senza esperienza alcuna, può seguire questi Corsi. Di norma sono sufficienti poche lezioni per assimilare le informazioni di base e seguire tranquillamente il proprio percorso nella pratica, soprattutto poiché le tecniche e gli esercizi proposti alla donna incinta sono assolutamente mirati e diretti alla sua condizione e alle sue possibilità.

Per questa ragione, per una donna che vive una normale gravidanza non esistono controindicazioni alla partecipazione di questo tipo Corsi e se ne consiglia la frequentazione già a partire dall’inizio del quarto mese di gravidanza (situazione ottimale ma non obbligatoria).

L’eventuale presenza del partner, che abbia deciso di assistere o meno al parto, è sempre benvenuta (ma non è mai obbligatoria): condividere con la propria compagna l’esperienza del Corso può aiutare il partner a vivere la gravidanza con un coinvolgimento maggiore e, soprattutto, gli fornirà quegli strumenti e quelle nozioni in grado di sostenerla in maniera più attenta e vicina alle reali necessità del momento.

Un pre-requisito che richiediamo sempre è che la donna incinta abbia un medico di fiducia che segua la gravidanza (il suo parere è sempre vincolante circa l’opportunità o meno di intraprendere qualsiasi tipo di attività). È importante tenere sempre a mente che l’insegnante del corso pre-parto non è un medico e che qualsiasi sua indicazione non va considerata come prescrizione o consiglio circa terapie mediche che non sono di sua competenza.

Ek Ong Kar

Un ringraziamento sincero e doveroso a Silvia e Paolo (e Lara!) per averci concesso di pubblicare la foto della piccola Lara con la mamma!

Ek Ong Kar

Libri consigliati:

Gift of Giving Life – vol.1 e 2 (Tarn Taran Kaur – ing)

Conscious Pregnancy – Yoga Manual (Tarn Taran Kaur – ing)

Bountiful, Beautiful, Blissful (Gurmukh – ing)